Area Clienti

Come Gestire una VPS Linux

< Back
You are here:

Dopo le soluzioni di hosting condiviso il passo successivo è dato dalle soluzioni offerte dai VPS (Virtual Private Server)

Un VPS (Virtual Private Server) è un server virtuale attraverso cui l’utente ha la possibilità di gestire da remoto un’intera macchina con in dotazione un sistema operativo completo come ad esmepio  CentOS, RedHat, Ubuntu ed altre ancora.

Se il tuo sito web è in crescita e i servizi hosting non riescono più a reggere la tua mole di lavoro, è giunto il momento di valutare un servizio performante come la VPS per fare un passo in avanti.

Sui VPS Linux si dovrebbe lavorare attraverso interfaccia SSH.

Precisazione: con l’acronimo SSH si intende un protocollo di rete che permette di stabilire una sessione remota cifrata tramite interfaccia a riga di comando, e che quindi possiamo dire che rappresenti un canale di comunicazione riservato, attraverso il quale potremo eseguire comandi da remoto come se fossimo sul nostro computer.​

Se si adopera un computer con Linux o OS X avremo a disposizione di default gli strumenti utili per gestire una macchina virtuale; utilizzando Windows XP, Vista, Windows 7, Windows 8 o Windows 10 potremo invece fare uso di Putty, un client SSH, Telnet ed rlogin che contiene un emulatore di terminale. Come nel caso delle VPS Windows dovremo inserire tre parametri per accedere al sistema:

· indirizzo IP (host name);

· username fornita dal provider;

· password riservata.

Al primo avvio può essere richiesto di accettare il certificato fornito dal VPS, mentre in una fase successiva dovremo inserire le credenziali di accesso (username e password). Di seguito riportiamo una schermata esemplificativa dell’interfaccia che si presenterà all’utente, con i campi che dovranno essere riempiti la prima volta che si accede.

A differenza del caso in cui ci connettiamo ad una VPS Windows, tuttavia, in questa situazione dovremo eseguire le operazioni mediante linea di comando. Di seguito indichiamo le operazioni tipiche che si possono effettuare, rimandando alla documentazione specifica della versione di Linux che avete installato in remoto per maggiori dettagli.

Aggiornare il sistema

apt-get update && apt-get upgrade

Installare MySQL

apt-get install mysql-server

Installare un editor di testo (per cambiare la configurazione dei file in remoto)

apt-get install nano

Installare PHP

apt-get install php5-cli php5-common php5-suhosin && apt-get install php5-fpm php5-cgi

Installare Apache

sudo apt-get install apache2

Installare modulo MySQL-Apache

sudo apt-get install libapache2-mod-auth-mysql

Avviare Apache

service apache2 start

Riavviare Apache

service apache2 restart

Fermare Apache

service apache2 stop

 

About the Author